L’innovazione è tra noi, la barriera spazio-temporale si è rotta: possiamo comprare qualunque cosa, in ogni momento, da qualsiasi luogo e vederla “materializzarsi” in poche ore. Non avremo più bisogno di andare al supermercato solo per recuperare della merce. Andremo al supermercato per farci coccolare e vivere un’esperienza positiva. Gli addetti 4.0 saranno super qualificati e competenti.

La merce arriverà da noi, quando serve.

  • Sarà il frigorifero intelligente che, attraverso una App, compilerà la lista della spesa, controllerà le scadenze e ti suggerirà  ricette e indicazioni nutrizionali. [familyhub.repubblica.it]
  • Sarà nostro figlio che, cliccando il bottoncino dell’Amazon Dash button, ordinerà la carta igienica o la Coca Cola quando sta per finire.  Questo piccolo gadget (vedi foto in testata) è già arrivato in Italia e consente di ordinare, grazie al proprio profilo Amazon, un determinato prodotto in modo continuativo. Collegato il button al prodotto, basta premere il pulsante e il giorno dopo, lo ricevi a casa. [ilsole24ore.dashbutton]
  • Sarà la nostra Google Assistant che ordinerà prodotti grazie ad un semplice comando vocale. Negli Stati Uniti Google sta contrastando il dominio Amazon grazie ad una serie di accordi con le grandi catene di distribuzione, non tarderà ad arrivare in Europa [ilsole24.googleassistant]

Mentre tutto questo si prepara ad arrivare, la grande distribuzione si sta attrezzando. Si moltiplicano i servizi di spesa online con consegna a domicilio o ritiro in negozio.

  • la spesa online con personal shoppersi diffonde non solo nelle grandi città: la distribuzione capillare attraverso affiliati privati che fanno la spesa per te e te la consegnano a casa, unisce la comodità del servizio, al rapporto personale di fiducia. Un esempio tra i tanti: supermercato24.it, già attivo in oltre 300 comuni italiani, con 30 mila clienti raggiunti e 250 mila registrati.  [ilsole24.supermercato24]
  • la spesa online delle grandi catene di distribuzione, che permettono una prenotazione online di tutta la merce disponibile con le stesse promozioni del negozio,  al fianco della comodità della consegna a casa o del ritiro in negozio, come ad esempio Coop, Esselunga, Auchan, Conad.conad
  • Il prenota e ritira in modalità Drive, con corsia preferenziale restando comodamente in auto.  Dopo aver compilato la lista della spesa, si identifica il punto di ritiro più comodo e la fascia oraria, all’arrivo la spesa è pronta da caricare nel baule dell’auto.

coop-drive-novacoop-3

CLICCAEVAI.png

Auchan

«Al supermercato andremo solo per farci ispirare,  per farci aiutare da esperti e ricevere un servizio»

«Il prodotto fresco sarà predominante, gli spazi sempre più piccoli e le persone che ci lavoreranno saranno molto qualificate per consigliarci al meglio da un punto di vista sia creativo che nutrizionale. Il supermercato quindi resterà sempre ma cambieranno i luoghi e le modalità di vendita» Alberto Mattiello, docente digital innovation Università Bocconi  [da inchiesta di Altroconsumo ottobre 2017]

gigli.jpg
Giovanni Cobolli Gigli – Presidente di Federdistribuzione

[ilsole24ore.federdistribuzione] 

Gli addetti 4.0 saranno dei veri professionisti in grado di dare il valore aggiunto all’esperienza di vendita.

Il cliente profilato e studiato da ogni forma di intelligenza artificiale, andrà comunque al supermercato perchè vuole vivere l’esperienza di vendita, per essere gratificato, per godere dei cinque sensi, per la relazione umana.

noci.jpg
Giuliano Noci – prorettore e ordinario di marketing al Politecnico di Milano

Le previsioni parlano di tempi brevissimi,  A. Mattiello [Docente digital innovation Università Bocconi] prevede dai 3 ai 5 anni per far sì che la maggior parte della spesa venga consegnata a casa.

Gli addetti della attuale grande distribuzione, saranno pronti a questa sfida?

Mattiello_Bocconi_altroconsumo
Intervista tratta da Altroconsumo inchiesta supermercati 2017